fbpx

DJI Mavic Mini è arrivato. 249 grammi, bracci ripiegabili ed una telecamera da 2,7 K

Tempo di lettura: 2 minuti

L’ultimo drone di DJI è arrivato, come rivelato all’inizio di questa settimana, si chiama Mavic Mini.
Come suggerisce il nome, Mavic Mini è minuscolo. Pesa solo 249 grammi ed è stato progettato deliberatamente per stare al di sotto della soglia di peso di registrazione istituita dagli organismi aeronautici di tutto il mondo, compresa la FAA.

Nonostante le dimensioni ridotte, il Mavic Mini ha una fotocamera competitiva, un’enorme autonomia, un tempo di volo molto impressionante e molte delle modalità di volo one-touch che hanno reso il precedente drone di DJI così accessibile.
Nonostante le sue dimensioni, il Mavic Mini ha una fotocamera di alta qualità, ben 30 minuti di volo e, a prima vista, molti particolari interessanti per distinguersi dagli altri piccoli droni di DJI.

Per cominciare, invece di volare con l’applicazione DJI Go, i piloti Mavic Mini hanno la loro app: DJI Fly. Ci sono anche alcuni nuovi accessori, tra cui il nuovo kit creativo fai-da-te e una protezione dell’elica a 360 °.

“Progettare un drone leggero, compatto ma capace come Mavic Mini è stato uno dei progetti più impegnativi che abbiamo mai affrontato in DJI”, ha dichiarato Roger Luo, Presidente, DJI.

Il Mavic Mini è il drone più piccolo e leggero che DJI abbia mai realizzato. Costruire un drone con meno di 250 grammi significa che DJI ha dovuto rinunciare alle capacità di rilevamento degli ostacoli presenti in molti altri velivoli del produttore cinese.
Ma il nuovo drone include la tecnologia di geofencing per garantire ai piloti di evitare aree riservate; identificazione remota AeroScope per aiutare a proteggere posizioni sensibili, limiti di altitudine integrati ed un ritorno automatico al punto iniziale se il drone perde la connessione o è a corto di durata della batteria (Home).

I ricevitori GPS e i sensori visivi verso il basso rilevano il terreno al di sotto di Mavic Mini, consentendo un volo stabile ed un atterraggio accurato sia all’interno che all’esterno.

La nuova app DJI Fly è il tentativo di DJI di semplificare l’esperienza di volo per i nuovi arrivati. Include tutorial dedicati per insegnare le basi del volo, oltre a modelli di editing preimpostati.

Tre sono le opzioni di modalità di volo principali: la modalità Posizione (P) per le operazioni di base, la modalità Sport (S) e la modalità CineSmooth (C), che allunga il tempo di frenata per scatti più fluidi e riprese cinematografiche.

Esistono anche una serie di manovre di volo preprogrammate: i QuickShots di DJI. Queste saranno familiari agli attuali piloti DJI:
Missile – Mavic Mini vola dritto in aria con la fotocamera puntata verso il basso seguendo il soggetto. Imposta un limite di altezza di 40, 60, 80, 100 o 120 piedi.
Cerchio: Mavic Mini cercherà di ruotare attorno al soggetto a un’altitudine e una distanza costanti.
Dronie – Mavic Mini vola all’indietro e verso l’alto, con la fotocamera che traccia il soggetto. Imposta un limite di altezza di 40, 60, 80, 100 o 120 piedi.
Elica – Mavic Mini vola verso l’alto e verso l’esterno, ruotando a spirale attorno al soggetto. Imposta un limite di altezza di 40, 60, 80, 100 o 120 piedi.

Disponibile in Italia su GoCamera.it il Rivenditore Autorizzato DJI.

Fonte http://bit.ly/2N0juUT 



Droniworld, i nostri servizi

Abbonati alla ns. Newsletter

La newsletter di DroniWorld, leggera e non invadente.

Eventi ed iniziative di DroniWorld ma non solo: fiere, mercati, workshop, seminari e presentazioni Europei ed Internazionali sul mondo della dronistica volante, terrestre o subacquea. Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook e sui nostri social con l’hastag #droniworldnet.

In qualsiasi momento è possibile annullare la sottoscrizione alla Newsletter, zero spam, garantito.

Pin It on Pinterest