fbpx
Il blog di DroniWorld.net #droniworldnet

Dei droni hanno colpito l’impianto più grande al mondo in Arabia Saudita, forse dei missili.

Tempo di lettura: 2 minuti

La minaccia tecnologica del drone da $ 10.000 all’industria petrolifera $ 350 miliardi dell’Arabia Saudita.
L’attacco “kamikaze” al Regno ha eliminato metà della sua scorta di petrolio. La parte più spaventosa è la proliferazione della tecnologia dei droni che probabilmente era alla base.
Lo scorso anno il settore petrolifero dell’Arabia Saudita ha realizzato entrate per oltre 355 miliardi di dollari, ma la produzione di energia del paese è stata appena dimezzata da uno sciame di droni esplosivi, ognuno dei quali avrebbe potuto costare fino a $ 10.000 per costruire. La guerra non diventa molto più asimmetrica dell’attacco di sabato alla più importante struttura petrolifera del mondo, che è stata rivendicata dai ribelli Houthi nello Yemen, che ha affermato che coinvolgeva dieci droni. I precedenti veicoli aerei senza pilota lanciati dal gruppo utilizzavano parti che chiunque poteva acquistare online, ma il loro uso in attacchi mortali può causare onde d’urto avvertite a livello globale. Lo sciopero dello scorso fine settimana causerà settimane di interruzioni all’industria petrolifera dell’Arabia Saudita e lunedì mattina ha visto un aumento dei prezzi del petrolio.

Ci sono ancora molte incognite sugli attacchi all’impianto di lavorazione del petrolio di Abqaiq e al giacimento petrolifero di Khurais nell’est dell’Arabia Saudita, tra cui la posizione del sito di lancio e il tipo preciso di armamenti coinvolti, con alcuni rapporti che suggeriscono che i missili, non i droni, avrebbero potuto essere usato nell’attacco. Ma gli analisti della sicurezza affermano che se i droni fossero effettivamente coinvolti, sarebbero stati relativamente economici da costruire e difficili da rilevare con il radar.

Ci sono stati molti attacchi di droni contro l’Arabia Saudita rivendicati dagli Houthi, che hanno preso il controllo di Sanaa, la capitale dello Yemen, nel 2014, e sono l’obiettivo della guerra a guida saudita nello stato arabo impoverito. Gli obiettivi hanno incluso aeroporti, un oleodotto, strutture di dissalazione e sfilate militari. Nei primi giorni della guerra, gli Houthi usavano principalmente droni “di serie, stile hobby-kit”, come il tipo che chiunque può acquistare da Amazon. Se equipaggiate con bombe avvolte in cuscinetti a sfera, queste armi a drone grezzo potrebbero essere lanciate al costo di $ 45 per colpo di drone. Ma attacchi più recenti hanno coinvolto droni quasi identici ai modelli più sofisticati utilizzati dall’Iran, che sostiene gli Houthi nella sua guerra per procura contro l’Arabia Saudita nello Yemen. Questi includono il drone UAV-X, che secondo gli investigatori delle Nazioni Unite ha probabilmente un’autonomia fino a 930 miglia. L’Iran ha negato di aver fornito agli Houthi la tecnologia dei droni.

#droniworld #droniworldnet #droni #servizidroni #noleggiodroni #video #aerofotogrammetria #agricolturadiprecisione #termografia #dji

Attack drones used by the Houthi rebels could cost as little as $10,000 to build.

Link all’articolo originale: Leggi tutto
Data di pubblicazione: 2019-09-17T18:43:02+0000



Droniworld, i nostri servizi

Abbonati alla ns. Newsletter

La newsletter di DroniWorld, leggera e non invadente.

Eventi ed iniziative di DroniWorld ma non solo: fiere, mercati, workshop, seminari e presentazioni Europei ed Internazionali sul mondo della dronistica volante, terrestre o subacquea. Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook e sui nostri social con l’hastag #droniworldnet.

In qualsiasi momento è possibile annullare la sottoscrizione alla Newsletter, zero spam, garantito.

Pin It on Pinterest