UAV (Unmanned aerial vehicle) o droni o apr - DroniWorld, un mondo in volo
Riprese video aeree con droni Filmati Ultra HD 4k e Full HD con droni, piloti autorizzati Enac. Riprese per aziende e stabilimenti, sport ed eventi, promozione del territorio. Riprese ed ispezioni settori professionali Ispezioni tecniche di tetti o rilevamenti avanzamento lavori cantieri. Immagini aeree georeferenziate per GIS, ortofoto e produzione di modelli 3D. Ispezioni aree industriali, siti di costruzione, antenne e ripetitori, agricoltura di precisione con camere RGB, Infrared o LiDar.
droni, drone, servizi con droni, UAV, APR, SAPR, riprese aeree, ortofoto, 2d, 3d, cartografia, servizi, GIS, agricoltura
16644
page,page-id-16644,page-template-default,ajax_updown,page_not_loaded,,qode-theme-ver-13.1.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0.1,vc_responsive
 

UAV (Unmanned aerial vehicle) o droni o apr

Un UAV, aeromobile a pilotaggio remoto, o APR, comunemente noto come “drone”, è un velivolo caratterizzato dall’assenza del pilota umano a bordo.

Il suo volo è controllato dal computer a bordo del velivolo, sotto il controllo remoto di un navigatore o pilota, sul terreno o in un altro veicolo.

L’inclusione del termine aeromobile sottolinea che, indipendentemente dalla posizione del pilota e/o dell’equipaggio di volo, le operazioni devono rispettare le stesse regole e le procedure degli aerei con pilota ed equipaggio di volo a bordo.

Il loro utilizzo è ormai consolidato per usi militari e crescente anche per applicazioni civili, ad esempio in operazioni di prevenzione e intervento in emergenza incendi, per usi di sicurezza non militari, per sorveglianza di oleodotti, con finalità di telerilevamento e ricerca e, più in generale, in tutti i casi in cui tali sistemi possano consentire l’esecuzione di missioni “noiose, sporche e pericolose” (dull, dirty and dangerous) spesso con costi minori rispetto ai velivoli tradizionali.

Si parla di droni “volanti” ma esistono anche droni terrestri (ROVER), acquei e subacquei (ROV).

I droni volanti possono essere principalmente di due tipi, ad ala fissa o ad ala rotante.

Tra quelli ad ala rotante sono molto diffusi quelli  a quattro eliche (quadricotteri) nel mercato consumer e prosumer.

Esacotteri (sei eliche) od ottacotteri (otto eliche) appartengono al mercato professionale in quanto garantiscono un “payload” ( possibilità di carico/trasporto ) di telecamere professionali od altra attrezzatura con pesi superiori anche ai 15 chili.

Il telaio, il numero e la potenza dei motori e delle batterie, fanno la differenza per i settori di utilizzo e per il peso “payload” che un drone multirotore è in grado di portare.

I droni ad ala fissa possono coprire distanze maggiori ma con carichi molto inferiori e, sono limitati nelle loro funzioni, mentre i droni ad ala rotante sono ideali per aree ristrette e per carichi “payload” superiori come telecamere professionali per riprese video e fotografiche ed altri sensori come il Lidar per applicazioni tecniche ed industriali.

I droni si suddividono principalmente nelle seguenti categorie:

Droni consumer:

  • Minidroni a basso costo e non più pesanti di 300 grammi, più o meno dei giocattoli senza telecamere od altro, telaio con diametro massimo 250 mm.;
  • Minidroni per  gare FPV (gare di abilità e velocità);

Droni prosumer, necessario il  brevetto emesso dall’ENAV per essere utilizzati:

Droni ad ala fissa o multirotore (normalmente quadricotteri) con peso superiore a 300 grammi ma inferiore ai 25 Kg, telaio con diametro intorno ai 350 mm.

Normalmente equipaggiati con gimbal a due o tre assi (telecamera orientabile e stabilizzata) per riprese video o fotografia anche semi professionale (p.e. GoPro).

Droni professionali, neccessario il brevetto per essere utilizzati:

Droni normalmente multirotore esacotteri, ottacotteri in grado di trasportare video camere o sistemi di rilevamento georeferenziato professionali.

Con peso superiore a 300 grammi ma inferiore ai 25 Kg, con un telaio con diametro dai 650 ai 1000 mm.